Il cloud computing al servizio di pubbliche amministrazioni e cittadini

Martedì, 07 Maggio 2013 00:00
Cloud computing e digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni: un convegno ne analizzerà l’impatto normativo ed economico.

cloud computing e pubblica amministrazione

Quali vantaggi potrebbero apportare il cloud computing e la digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni alla vita quotidiana di cittadini e imprese? Molti. Le stesse PA risparmierebbero tempo e denaro.

Si stima che per la sola razionalizzazione delle banche dati delle PA il risparmio sarebbe di 5,6 miliardi di euro in 5 anni. Una vera rivoluzione, quindi, che semplificherebbe la vita a molti. Sarebbe possibile, per esempio, digitalizzare e tracciare elettronicamente interi fascicoli processuali, snellire e velocizzare pratiche amministrative, consultare documenti online.

L’integrazione di tecnologia e legislazione richiede la collaborazione di giuristi, economisti e tecnici. Per questo motivo è nato un progetto di ricerca il cui tema è la“La regolamentazione giuridica delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (Tic) quale strumento di potenziamento delle società inclusive, innovative e sicure”.

Al progetto, coordinato dall’Università Europea di Roma, partecipano importanti atenei italiani ed è stato approvato e finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Verrà presentato nel corso del convegno che si terrà il 9 maggio presso l’Università Europea della capitale: “E-Government e E-Justice attraverso il cloud computing”.

(Fonte: Corriere delle comunicazioni)

Letto 7648 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.